Site icon Toni Fontana

Apple e Amazon

Tra Apple e Amazon

chi avrà il miglior assistente vocale?

Apple e Amazon hanno i migliori assistenti vocali sul mercato per l’ascolto della Musica.

La Apple è oggettivamente avanti a tutti gli altri brand di settore:

è stata la prima a sviluppare l’assistenza vocale,

ed è stata la prima ad inserire l’assistenza vocale sugli smartphone.

Oggi Apple è pronta ad usare Siri anche per il controllo delle case intelligenti grazie al suo Home Kit.

Ma Amazon, anche se in ritardo di 3 anni e con un progetto come Amazon Echo e l’assistente vocale Alexa, progetto nato quasi per gioco, ha alcuni punti di forza che superano la casa di Cupertino.

AGGIORNAMENTO. Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta il 20 Gennaio 2016. A questa data non erano in commercio né l’iPhone7, né il GoogleHome.

E già si pensa anche alla possibilità di far leggere ad Alexa gli audiolibri che sono molto diffusi.

Mentre preparavo il numero di Mixer mi sono imbattuto in questo articolo scritto da Thomas Ricker  @Trixxy su TheVerge. Da leggere assolutamente. La densità e l’interesse delle informazioni che contiene mi ha spinto a trascrivervi una libera traduzione (con miei commenti) di alcune parti.

Apple e Amazon, cosa stanno facendo

Amazon

Apple

Google

Oltre Apple e Amazon?

E oltre Apple e Amazon cosa c’è? Thomas Richer parla del terzo incomodo, che sarebbe Google. Dimentica, però, e sottovaluta le altre compagnie che non sono da meno, Microsoft, per esempio, che con Cortana e il suo Continuum potrebbe connettere smartphone, pc e anche casa (perché no?).

Per non parlare dell’interesse che Facebook sta rivolgendo all’intelligenza artificiale. E tutto il mondo automotive? Penso alla Toyota e il suo nuovo centro per l’intelligenza artificiale. Non sappiamo quali saranno gli sviluppi e a cosa porteranno le ricerche in corso.

Si tratta di una partita notevole, che si gioca su sviluppi tecnologici ed economici di portata mondiale; e che avranno un riflesso sulla vita di tutti.

Questi sviluppi e l’accoglienza di queste tecnologie, a mio modo di vedere, si basano sulla capacità di ascolto di Apple, Amazon e tutti gli altri colossi. Ma anche dallo sviluppo e dalla capacità di ascolto di queste intelligenze artificiali.

Exit mobile version