Con questo post si conclude la serie di articoli che hanno anticipato la notte degli Oscar 2016 che si è svolta il 28 febbraio 2016.

Chi volesse riascoltare tutte le candidature sonore può leggere il post Sonoro da Oscar 2016. Oppure curiosare tra le candidature al Miglior (montaggio) sonoro e Miglior mixaggio sonoro con la spiegazione delle differenze tra i due premi.

Oggi è arrivato il momento di raccogliere in un solo post tutti i vincitori votati dalla giuria. Ricordo che la giuria degli Oscar è composta da personalità del settore ma è resa segreta per evitare pressioni da parte delle case di produzioni.

da Wikipedia

L’appartenenza all’Academy of Motion Picture Arts and Sciences è suddivisa in diversi rami, ciascuno dei quali rappresenta una disciplina diversa della produzione cinematografica.

Oggi, l’Academy non rivela pubblicamente il nome dei suoi membri. La conferenza stampa del 2007 affermò anche che essa aveva poco meno di 6.000 membri votanti. Le politiche rigorose di adesione hanno mantenuto il numero pressoché costante da allora.

I vincitori sonori degli Oscar 2016

Il vincitore della colonna sonora è stato il film The Hateful Eight di Quentin Tarantino (Trailer) ideata dal maestro Ennio Morricone .

https://youtu.be/NK8gUo0GLQk

Dopo di che il film piglia tutto è stato Mad Max: Fury Road che ha vinto le due statuette d’oro come

Miglior mixaggio sonoro di cui si sono occupati Chris Jenkins, Gregg Rudlof, Ben Osmo

https://youtu.be/I2ZIgDsQifs

Miglior montaggio sonoro nella persona di Mark Mangini e David White quest’ultimo candidato per la prima volta dall’Academy Awards.

La Miglior canzone invece è risultata essere Writing’s on the Wall di (Jimmy Napes e Sam Smith) per il film 007 Spectre

Mad Max, dunque, è il vero vincitore sonoro di questa edizione degli Oscar. Anche oltre le previsioni, dato che, in generale, si pensava che il premio come miglior montaggio sonoro sarebbe andato al miglior film. In effetti, però, Spotlight non ha richiesto un gran lavoro di sound design o effetti speciali. In molti pensavano al lavoro audio fatto su The Renevant (per l’intelligente uso del silenzio) oppure alla spinta emotiva del suono e colonna sonora di Star Wars.  D’altronde sarebbe stato pure bello vedere vincere Star Wars perché il Sound Designer, Christopher Scarabosio, ha origine astigiane. Così non è stato. Ogni Festival o Oscar che si rispetti porta con se una scia di polemiche, come lo era stato per anni per Di Caprio, che finalmente per sostenitori e detrattori, è stato premiato. A noi, che non vogliamo entrare in queste diatrive non ci resta che riascoltare questi film e goderceli musicalmente!

Buon riascolto!

Pin It on Pinterest

Share This