Categorie
Notizie sonore

Architettura dell’informazione sonora – Mixer #15

Mixer #15

Selezione settimanale di notizie sull’ Architettura dell’informazione sonora, Innovazione, User Experience, Streaming, Audio, Musica e Sonorità.

Assistenza vocale

  • Google ha rilasciato in beta e in inglese Google Voice Access, una nuova app che posiziona alcune piccole icone numerate a fianco degli elementi delle schermate con l’utente che può dire al sistema di compiere un’azione con un numero specifico. Si tratta di un approccio pensato per gli utenti con disabilità motorie temporanee o permanenti, ma che potrebbe venire d’aiuto anche per molti altri utenti, ad esempio mentre cucinano o guidano.
  • Cortana si migliora e anche se non lavora con app di terze parte ti può aiutare in diverse cose. Qui trovi una guida su come integrare queste app oppure controllare il meteo di altre città. Ma tra i servizi più utili c’è la traduzione simultanea di Cortana in quasi 50 lingue, tra cui anche l’italiano.

Intelligenza artificiale

  • Telegram ha annunciato ufficialmente la sua nuova piattaforma Bot 2.0, che permetterà agli sviluppatori di realizzare Bot automatici in grado di aggiungere nuove funzioni alle chat di Telegram. Per esempio Telegram ha creato i nuovi bot @sticker e @music che permetteranno di scoprire ed inviare rispettivamente nuovi adesivi e brani di musica classica.
  • Streaming, IoT e intelligenza artificiale, sono questi i trend che stanno emergendo nel settore dei Big Data secondo gli esperti riuniti nel Strata + Hadoop, la conferenza sul tema che si è appena tenuta a San Josè.
  • Google & Company si lanciano sull’intelligenza artificiale. Secondo i dati di CbInsights: negli ultimi tre anni più di 20 aziende specializzate nel machine learning acquisite dai colossi dell’online. Già 4 i takeover nel 2016. Per offrire servizi sempre più personalizzati e prevedere i gusti e le necessità degli utenti.
  • All’F8 è stato detto tanto. Fatemi studiare e poi arriverà un post dedicato per la parte che ci interessa. Gli annunci sono tanti e sono solo un antipasto di come si evolveranno le piattaforme, spingendosi oltre il riconoscimento delle foto o della voce e intrattenendo con gli utenti dialoghi quasi umani.

Streaming e Podcast

  • I servizi di streaming stanno andando molto bene e guadagnano. Lo scrive anche il Guardian: dopo 20 anni il mercato musicale cresce. Di poco, del 3,5%, ma cresce. Il primo dato positivo dal 1998. A spingere è proprio lo streaming con Spotify e Apple in prima fila seguita dagli altri concorrenti. La vendita di musica liquida supera la vendita dei cd e i cantanti più venduti sono Adele e Ed Sheeran.
  • Per chi è appassionato di tariffe. Se scegli un piano di condivisione familiare puoi usufruire di sei mesi gratis di Apple Music. Ovviamente il piano costa un po’ di più. Ci sarebbe da fare i giusti calcoli.
  • Se da un lato lo streaming ha attirato decine di milioni di ascoltatori paganti, dall’altra i servizi si danno continuamente battaglia sull’unico terreno davvero fertile: le esclusive. Cosa che rischia di far impennare nuovamente il fenomeno della pirateria. La concorrenza, infatti, costruisce nuovi steccati in termini di fruizione, rischiando per paradosso solo di tornare a dare benzina alla situazione pre-Spotify.
  • Limelight Networks, azienda leader globale nella distribuzione di contenuti digitali, ha reso noto un accordo con Rhapsody, servizio di distribuzione musicale, che prevede l’estensione della collaborazione fra le due aziende esistenti da 15 anni. Rhapsody utilizzerà i servizi di distribuzione e archiviazione offerti da Limelight Orchestrate per continuare a trasmettere musica ai suoi 3,5 milioni di clienti in tutto il mondo.
  • La stampa internazionale da sempre per spacciata TIDAL eppure in questi giorni il servizio streaming sta dando dei segnali di salute. 3 milioni di utenti paganti e collaborazioni con artisti che portano altri abbonati al quale TIDAL regala i biglietti per alcuni importanti concerti.
  • Questa settimana Forbes ha annunciato il lancio di #ForbesPodcast, concentrandosi inizialmente sulle Millennial che vogliono diventare imprenditrici. Sono previsti 10 programmi composti da 12 brevi episodi podcast nel corso dei prossimi sei mesi, per un totale di 120 episodi.
  • Il futuo è podcast. Anche Amazon ha il suo canale ascoltabile.
  • Qualcuno vorrebbe fermare l’uso dei Big Data all’interno dell’industria musicale. Christopher Price, nuovo direttore musicale di Radio BBC1 pensa che valga la pena provare. Condanna l’uso dei servizi di streaming per costruire le playlist e dice: “Si dovrebbe decidere riguardo la musica con le orecchie, piuttosto che con i dati serviti da fonti di terze parti.” In un’epoca di analisi, Price ha ancora voglia di essere un talent scout.

Sound

  • Stephen LaPorte e Mahmoud Hashemi hanno scritto un programma che trasforma ogni modifica delle voci di Wikipedia in un suono. Ogni volta che qualcuno aggiunge una informazione si sente un campanello suonare e quando qualcosa viene eliminata si sente un corda pizzicata, mentre l’intonazione è stabilita in base al tipo di modifica. Su Wikipedia le modifiche sono continue, migliaia ogni ora. Se vuoi ascoltarli in tempo reale visita il sito listen.hatnote.com. Il risultato è sorprendente.
  • Una bellissima inchiesta proposta da repubblica sulle intercettazioni telefoniche e ambientali dal punto di vista vocale. L’importanza di avere analisi scientifiche su voci e suoni realizzate da esperti affidabili appare infatti sottovalutata e tutt’oggi manca ancora un albo ufficiale dei periti. Eppure decifrare i contenuti delle conversazioni “rubate” spesso non è affatto semplice: lingue straniere, dialetti e rumori di fondo mandano spesso gli investigatori fuori strada. L’inchiesta è corredata da file audio. Primi passi verso gli articoli multimediali. Ci piace!
  • Mi sono occupato degli Here Active Listening le cuffie che promettono di migliorare il contesto sonoro e l’ascolto, in uno dei miei primissimi articoli. Gabrielle Bruney si scopre sorpreso e si ricrede sui dubbi che aveva e dice che ad un concerto in cui ha indossato le cuffie era più presente che ad altri. Intanto continua la campagna di crowfunding e continua la campagna di marketing. Io continuo ad avere i miei dubbi.
  • Che rumore ha il nostro sorriso o una nostra smorfia facciali? Ce lo dice, o meglio ce lo fa sentire, una equazione matematica che produce un suono. Divertente.

Musica

  • Noteflight è un software che aiuta 2 milioni di musicisti a scrivere, suonare e condividere, musica. Questa settimana ha lanciato una nuova interfaccia per i suoi utenti.
  • E’ possibile vivere facendo i musicisti in Italia? Forse si. Basta avere tanta passione perché bisogna sbattersi un po’ da tutte le parti. Niente di scientifico o statistico, solo una osservazione chiedendo in giro che però dimostra l’aria che tira.
  • In uno dei suoi live, Mark Zuckemberg pare che, mostrando il suo smartphone, abbia svelato qualche app segreta. In particolare pare che Facebook si stia lanciando nel mondo musicale come servizio streaming. Non si hanno altre notizie in merito. Quel che certo è che Facebook vuole diventare l’internet e non farci uscire dalla sua piattaforma.
  • Se non potrai essere presente nel deserto della California per partecipare Festival di Coachella, grazie a T-Mobile potrai vedere il concerto in streaming attraverso i 3 canale YouTube dal 15 al 17 aprile. In diretta.

Dal blog

Questa settimana è nata, un po’ in sordina, una nuova rubrica del blog: il podcast uxsonora. Si tratta del primo canale audio podcast, in Italia e in italiano, che parla di User Experience, Architettura dell’informazione e Usabilità . Il primo podcast, in realtà, è stato uno sprone ottimistico, Si può fare! con Marco Giovannelli, direttore di VareseNews;

il secondo, invece, Architettura della comunicazione di Federico Badaloni il primo vero podcast della serie.

Tutti i martedì un podcast. Buon ascolto!

 

88x31

This work is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

SOSTIENI IL BLOG con una condivisione. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *