In un test di usabilità le competenze che un moderatore mette in campo sono tante e diverse. Essere un moderatore non è facile, si tratta di un mestiere e si impara con il tempo e l’esperienza.

Qui alcune delle competenze, doti e virtù che dovrebbe avere.

Il moderatore deve avere una base formativa rivolta verso l’utente. Sembra scontato ma non lo è.

10 competenze di un moderatore

  1. Deve imparare velocemente. Non può essere un esperto di tutti i prodotti, siti web che testa. Ma deve essere veloce nell’apprendere le caratteristiche del prodotto che deve testare.
  2. Instaurare rapporti immediati con i partecipanti. I test richiedono tempo per essere portati a termine. Ogni secondo è prezioso. Mettere a proprio agio il partecipante è importantissimo. L’immediata conoscenza dell’altro aiuta.
  3. Una memoria eccellente. Sebbene si abbia una scaletta da seguire, l’utente che partecipa al test può stravolgere la sequenza di operazioni. Il moderatore dovrà ricordare i passaggi che ha saltato o ha aggiunto, in modo da non tralasciare o perdere dati importanti per il test.
  4. Il moderatore deve essere un buon ascoltatore. Il moderatore ascolta, deve mostrare interesse, deve far vedere e sentire il partecipante deve percepire che è ascoltato. Il moderatore non è il protagonista del test.
  5. L’ambiguità non deve far paura. Un test può prendere diverse strade. Non tutto sarà chiaro e limpido. Il moderatore deve mostrarsi tranquillo, chiarire il più possibile.
  6. Un moderatore deve essere flessibile. Il test come dicevamo può essere stravolto dai partecipanti che sono imprevedibili. Sapersi adattare permette al partecipante di restare a proprio agio e portare a termine il test.
  7. Livello di attenzione sempre alto. I test possono essere lunghi e noiosi. Il test però è unico e la scoperta di ciò che non va può essere evidente già dal primo partecipante. Poco importa. Dal primo all’ultimo partecipante tutti devono ricevere lo stesso grado di attenzione. Questo serve anche per non falsare il test.
  8. Empatia per le persone. Comprendere lo stato d’animo del partecipante, senza giudicare. Non si testa l’utente ma il prodotto.
  9. Il moderatore deve essere un buon comunicatore. Deve essere chiaro nelle indicazioni da dare al partecipante ma nello stesso tempo non deve indurre l’utente ad azioni forzate.
  10. Il moderatore deve essere un buon organizzatore e coordinatore. I test di usabilità sono progetti lunghi e complessi. Bisogna organizzare più lavori e coordinare più persone.

Avete qualche altra competenza che pensate debba avere il moderatore?

Pin It on Pinterest

Share This