Ascoltare la musica streaming è ormai un modo comune di ascoltare musica. E questo è uno dei temi che ho affrontato, nel tempo, sul blog. Ne ho parlato come se tutti sapessero cos’è, come funziona. Nell’articolo riguardo il mercato musicale l’ho dato per scontato. Ma questo è vero per chi, come me, vive in determinate bolle informative. Spotify Music e Youtube sono servizi ormai molto diffusi per ascoltare musica. Eppure, chi mi sta accanto è all’oscuro di questi servizi. Un po’ per l’età, e tanti perché il mito della tecnologia li ha tenuti lontani da questo mondo.

E allora questo è un articolo per dummies o per negati,  insomma per principianti. Pensando di far cosa gradita a chi non conosceva ancora questi servizi e sperando di non far cosa sgradita ai lettori abituali.

Vi propongo l’articolo per come è nato. Ossia, dopo aver ricevuto una mail da una mia carissima amica, che mi scrive:

una volta ascoltavo un sacco di musica e compravo un sacco di cd ma il mondo è andato troppo in fretta per me!
Dopo qualche anno di sospensione dove ho ascoltato prevalentemente la radio, mi è tornata la voglia di avere dischi miei per ascolto a casa e per poter condividerli anche con i miei ragazzi .
M trovo molto disorientata….

Come devo attrezzarmi??
Ipod di buona qualità (ma quale senza impazzire nell’uso?) + casse (ma quali?) ???
Dove si scarica/ acquista la musica oggi?
Mi piacerebbe avere la possibilità di attingere a cataloghi completi per potere approfondire (se lo voglio) i generi. Un po’ come si faceva nei negozi di dischi dove si poteva razzolare liberamente a lungo nei vari settori prendendo in mano anche roba mai vista e magari ascoltarne qualche stralcio prima dell’acquisto.

Che mi consiglia il mio amico drago?!

Niente di nuovo per chi già ascolta musica in streaming.

Come attrezzarsi

La musica oggi è musica liquida. Generalmente non si possiede più su un supporto fisico. Per cui l’unica cosa che serve oggi è una connessione. E generalmente possiamo dire che uno strumento che ci connette è lo smartphone.

Se vogliamo dirla in modo più complicato, la musica non si è mai posseduta. La musica è sempre stata o dell’autore o della casa editrice. La musica è sempre stata data in concessione. Ma questa è una storia troppo lunga. La musica oggi si ascolta in streaming. Si ascolta il flusso e non abbiamo necessariamente bisogno di un lettore mp3.

Ciò che è assolutamente necessario è uno smartphone con una connessione.

Spotify

Un primo approccio che consiglio è scaricare sul proprio smartphone Spotify Music. Basta andare sull’ AppStore di Google, cercare la parola Spotify e procedere nell’istallare l’applicazione.

Una volta creato l’account/profilo Spotify è possibile anche scaricare la versione su PC. Infatti, Spotify è accessibile su più dispositivi.

La versione che scarichi è una versione free ed è un modo per farti capire come funziona, cosa puoi ascoltare e le potenzialità dell’applicazione.

Non so quanta musica ascolti. Ma già la versione free permette di ascoltare una bella quantità di musica. L’intero catalogo di Spotify supera i 40 milioni di brani. Essendo un servizio gratis, dovrai sopportare le interruzioni pubblicitarie di aziende che pagano il servizio. La musica viene riprodotta in modalità shuffle e puoi saltare, ogni ora, solo 6 canzoni.

Ma personalmente non salto quasi mai. E mi faccio guidare dall’ascolto. Ovviamente non puoi scaricare sul cellulare nulla. Ascolti e via.

Spotify Premium

Se volessi scaricare la musica per ascoltarla offline puoi passare, una volta che hai capito come funziona, alla versione Premium, che costa 9,99 euro mese.

Con 10 euro al mese hai sempre 40 milioni di brani a disposizione e puoi scaricare 3.333 brani su un massimo di 3 dispositivi. Non hai la pubblicità, puoi decidere cosa ascoltare e saltare quanti brani vuoi. Diciamo che hai una maggiore libertà, della versione free, che è comunque molto aperta.

I costi

Ricorda sempre che il servizio Spotify Music è una cosa e il traffico dati è un’altra. Insomma più musica ascolti, più traffico consumi. Più brani scarichi più dati consumi. Fermo restando la spesa dell’abbonamento.

Alcune compagnie telefoniche offrono nelle loro tariffe l’ascolto di questi servizi gratis. A volte proprio avviando accordi con Spotify, altre volte alcune compagnie hanno messo su un loro catalogo che offrono ai loro clienti.

WiFi

In casa, se metti il wifi, eviti di connetterti con il tuo fornitore mobile, e così risparmi traffico dati. E consumi solo quando sei in giro per la città.

I lettori musicali

Altra storia sono i lettore mp3. Questi funzionano, detta in maniera banale, come dei veri e propri hard disk dove caricare la propria musica. Se hai cd o altri file musicali, possono essere inseriti all’interno del lettore e da qui usufruirne in qualunque momento. In casa come in mobilità.

Se non hai il desiderio o il bisogno di mostrare l’oggetto con cui ascolti musica puoi acquistare lettori musicali anche per pochi euro. Attenzione. Qui non parlo di qualità e non giudico i singoli prodotti. Nel link trovi una lista di lettori musicali con cui si ascolta la musica. Sulla qualità, magari ne parliamo in un altro articolo. Oltretutto se spendi 20 o 100 euro è ovvio che ci sia differenza di qualità.

Anche se poi il prezzo dipende anche dalla capacità di spazio sul lettore. Per farti una idea, grossolana, calcola che in un giga ci metti introno alle 1000 canzoni. 16 giga sono 16000 canzoni circa.

Gli iPod Apple sono un prodotto di qualità, resistenti, con un design innovativo. E sono strumenti facilissimi da usare. Tra i punti di forza della Apple, superate certe abitudini, è proprio la semplicità d’uso dei suoi prodotti. A me è stato regalato un iPod MIni che si trova a pochi euro su eBay 12 anni fa. Ancora oggi è in funzione e anche se non lo uso più per la mobilità è stato un ottimo compagno di viaggio durante le mie avventure.

Le casse

Per cominciare, senza grandi pretese qualitative, puoi vedere quello che consiglio nel mio articolo di casse bluetooth. E in particolar modo due casse. La cassa bluetooth Bluedio BS-3 oppure la cassaVTIN Altoparlante Cassa Bluetooth 4.0 Wireless Portatile Impermeabile che puoi collegare anche a molti telefonini e al tuo portatile.
Se invece, hai scelto di avere un iPod puoi scegliere tra tanti modelli di casse per iPod portatili e fissi.

Dove acquistare la musica

I servizi dove acquistare musica sono diversi. Abbiamo detto che sottoscrivendo un abbonamento Spotify Music Premium puoi scaricare la tua musica sul tuo telefonino.

Poi i due servizi più consigliati sono certamente iTunes, che è lo store della Apple, e Amazon music, acquistando direttamente nel negozio di musica digitale la musica, come un qualunque altro prodotto.

iTunes è un programma, lo devi scaricare dalla pagina ufficiale e poi procedere con gli acquisti.

Puoi ascoltare le anteprime, comprare un solo brano o un intero album, scegli tu. Se ti piace una sola canzoni, compri sola quella. Oppure puoi fare un abbonamento con Apple Music. Al momento in cui scrivo è gratis per i primi 3 mesi. Insomma, hai tutto il tempo per imparare ad usarlo. Il catalogo Apple Music è un po’ più piccolo di quello Spotify, con oltre 30 milioni di brani. Il prezzo, anche questa volta è di 9,90 mese per account/individuo. Oppure c’è un abbonamento familiare di 14,90 euro mese per un massimo di 6 individui.

Servizi di Streaming

Le applicazioni per ascoltare streaming però sono tante. Qui di seguito un elenco delle più famose e delle più utilizzate. E queste applicazioni valgono sia se si ha un sistema Android sia che si possieda un sistema iOS.

Youtube e Youtube App

Per quanto ne so io, da una osservazioni empirica, i ragazzi universitari ascoltano tanta musica su youtube. Sul telefonino attraverso l’applicazione youtube dello smartphone. Consumi un po’ più traffico (perché c’è la parte video) ma tutto il resto è gratis. Se prendi il canale Vevo, per esempio, trovi davvero tanta musica e sulla serendipità musicale ci pensa lo stesso youtube con i video correlati.

Deezer

Rivale, concorrente e ottima alternativa a Spotify è sicuramente la piattaforma francese Deezer. Il servizio permette di ascoltare gratis la musica in modalità Flow. L’applicazione infatti raccoglie i dati sui vostri gusti musicali, sulle playlist che crei o che segui e le preferenze. C’è anche la possibilità di avere i testi delle canzoni.

Tidal

 

Conclusioni

Insomma, come vedi ci sono tante possibilità di scelta. Tante possibilità di prezzi e di design.

Ti lascio con tre scelte possibili.

Prima soluzione

Huawei P9 Lite Smartphone, LTE, Display 5.2” FHD

Cuffie auricolari Sennheiser CX 3.00 Auricolare In-Ear, Galaxy, Nero

E abbonamento a Spotify Music

Seconda soluzione

Sony Walkman NWA35B.CEW MP4 16GB Black – MP3/MP4 players costoso ma garanzia Sony Walkman. E puoi vedere qualche video se vuoi.

Altoparlante Cassa Bluetooth che puoi utilizzare con altri strumenti e dispositivi.

Terza soluzione

Infine io personalmente farei questa scelta. Acquisterei l’Apple iPod Nano 16GB, e l’ Altoparlante Cassa Bluetooth. Lo metto come soluzione ultima solo perché con l’iPod dovrai avere a che fare con il programma iTunes che non è facilmente fruibile e non è intuitivo. Soprattutto se non hai mai avuto un Mac o altri prodotti Apple. Se usi Apple, invece, quest’ultima è la soluzione migliore.

Insomma, spero di essere stato chiaro. Purtroppo è un mondo dove le possibilità di acquisto e di incastro sono davvero tante.

Intanto, ti auguro un buon ascolto e alla prossima!

 

 

Pin It on Pinterest

Share This