Seleziona una pagina

Assistente vocale

Assistente vocale

L’assistente vocale è una applicazione che installata su un dispositivo digitale sta in ascolto della voce umana per eseguire comandi vocali.

Questa pagina ha lo scopo di creare una guida sull’assistenza vocale, mettendo insieme tutti gli articoli e gli spunti presente sul blog. Una pagina che si aggiornerà periodicamente e a cui i commenti costruttivi possono aggiungere il loro contributo.

Origine dell’assistenza vocale

In principio c’erano i bot abbreviazione di robot dove però manca la meccanica. Il primo a immaginare questa tecnologia, negli anni ’50, fu Alan Turing, matematico e visionario, a cui dobbiamo il cosiddetto test di Turing. Un test che ci fa capire se una macchina sta pensando.

Il primo bot che le masse hanno usato, però, si chiamava Clippy, la graffetta di Microsoft Office che quando aprivi uno dei programmi Office 2007 ti bussava sullo schermo e ti chiedeva se ti poteva aiutare. Ebbe poca fortuna. Più che altro era un fastidio doverlo chiudere ogni volta.

I bot sono programmi che fanno qualcosa al posto dell’uomo. Fanno cose semplice o cose molto complicate. Ma sono ripetitivi.

I bot che svolgono operazioni di analisi e che parlano sono chiamati Chatbot.

Cos’è un assistente vocale

L’assistente vocale è una applicazione che, in genere, non necessita di funzionare attraverso la pressione sullo schermo ma che viene azionato da un comando vocal. Ossia dalla nostra stessa voce. Ma anche loro rispondo con una loro voce. Si tratta, insomma, di applicazioni che parlano.

Generalmente l’Assistente vocale è personalizzabile, affidandosi ai motori di ricerca, risponde o cerca di rispondere alle domande dell’utente, eseguendo alcuni compiti, notifica eventi, etc.

La grande sfida dell’assistenza vocale è l’utilizzo del linguaggio naturale per rispondere alle domande, trovare informazioni, lanciare applicazioni e connetterti con vari servizi web.

Cosa fa un assistente vocale

Ricorda, comprende, memorizza comandi ripetitivi, parla la tua lingua, è multilingue, di sicuro parla in inglese, tedesco, spagnolo, francese, giapponese; ma anche italiano, coreano, portoghese, russo e cinese. Le altre lingue soffrono un po’.

Alcune case di produzione come Apple, Microsoft e Amazon hanno il loro assistente vocale, rispettivamente si chiamano Siri, Cortana e Alexa. Altri assistenti vocali invece si possono istallare su smartphone, tablet o computer portatili.

Alcuni assistenti vocali imparano quello che tu gli insegni. Ossia lo puoi programmare a rispondere in un dato modo ad un determinato comando.

Controlla ogni cosa con la tua voce

Skills Alexa Amazon

Google Assistant

Assistenti vocali sul mercato

Su questo blog ho già espresso le mie opinioni riguardo gli assistenti vocali sul mercato.

Cos’è Google Now Google Assistant

google-now-logoGoogle Now Google Assistant sfrutta le capacità di Google e quindi fa principalmente ricerca vocale.

Google Now Google Assistant fornisce un modello semplice per gli sviluppatori per aggiungere azioni personalizzate che possono essere attivate tramite comandi vocali. Simile a Microsoft, Google sta iniziando a integrare le interfacce di conversazione-

Google Now Google Assistant beneficia dei contributi della comunità di sviluppatori Android e grazie al suo Google Home è in rapida crescita.

Aggiornamento marzo 2018

Google Assistant è arrivato in Italia. Maggiori informazioni le trovi negli articoli dedicati.

Cos’è Siri

ios-siri-logo

Siri di Apple è l’unica ad avere una sua personalità ed è la più naturale di tutte le assistenze vocali.

Siri è, al momento, l’interfaccia conversazionale più utilizzata nel mercato. Anche se Apple non ha aperto completamente Siri come una piattaforma, ci sono diverse interfacce di programmazione che sono disponibili tramite tecnologie come HomeKit di Apple.

Nella pagina ufficiale si legge cosa può fare per te Siri.

Mandare un messaggio, telefonare, trovare un ristorante, sapere se pioverà o fare testa o croce. Mentre guidi puoi chiedere qual è l’itinerario migliore e l’ora di arrivo prevista, senza staccare gli occhi dalla strada e le mani dal volante. E Siri funziona con HomeKit, perciò ti basta usare la voce per controllare la domotica di casa. Siri sa sempre che succede nel mondo, e per rispondere alle tue domande cerca su Wikipedia, Yelp, Shazam e altri servizi online. Più usi Siri, più ti accorgi di quante cose sa. E quante cose sa fare per te.

Cos’è Cortana

cortanaCortana, secondo quanto dichiarato dalla stessa Microsoft, è impegnata ad aiutare l’utente ad essere più produttivo.

Cortana di Microsoft ha sviluppato la capacità conversazionale in molti modi che sono disponibili per gli sviluppatori mobili tramite gli strumenti di sviluppo di Windows 10.

Le interfacce di conversazione forniti da Cortana stanno diventando una caratteristica comune dei prodotti di Microsoft, e le interfacce di sviluppo sono adottate dalla comunità degli sviluppatori Microsoft.

Cosa posso fare con Cortana

Non ci può essere una pagina o un sito migliore della pagina ufficiale del produttore che spieghi cosa si può fare con il proprio assistente vocale.

Ecco alcune cose che Cortana può fare per te:

  • Visualizzare promemoria in base a data/ora, luoghi o persone.
  • Monitorare pacchi, squadre, interessi e voli.
  • Inviare e-mail e SMS.
  • Gestire il tuo calendario e mantenerti aggiornato.
  • Creare e gestire elenchi.
  • Chiacchierare e giocare.
  • Trovare dati, file, luoghi e info.
  • Aprire qualsiasi app nel tuo sistema.

Cos’è Alexa

alexa-logoAlexa di Amazon, che tra gli assistenti vocali è l’unico senza uno schermo, si propone di fornire le migliori risposte per ascoltare musica, leggere un libro audio, fornire notizie, vedere il saldo del conto bancario Capital One, e chiamare una macchina Uber.

Amazon ha rilasciato il kit di Alexa per il servizio vocale che consente agli sviluppatori di aggiungere nuove capacità o competenze per consentire interazioni vocali nelle applicazioni.

Cosa posso fare con Alexa?

Ho scritto un intero articolo riguardo a cosa chiedere ad Alexa. E continuato con lo spiegare le Skills Amazon Alexa.

Bixby. Assistenza vocale Samsung

Bixby a detta della Samsung stessa è un modo nuovo di usare il Galaxy S8 o S8+. Bixby è molto di più di assistente vocale. Si tratta infatti di un sistema integrato di intelligenza artificiale. Le persone che hanno acquistato questo smartphone possono parlare, scrivere e inquadrare la propria vita e chiedere qualunque cosa.

Bixby comprende e cercherà in tutto i modi di risolvere le domande che vengono rivolte.

Quando non trovi le parole, usa la fotocamera e Bixby cercherà per te. Con una sua intelligenza artificiale, Bixby impara anche le abitudini.

Al momento, anche in italia, Bixby parla in inglese.

Assistenza vocale Smart TV Samsung

Le Smart Tv Samsung serie H hanno tra le loro funzionalità la guida vocale. La guida vocale samsung è principalmente pensata per le persone disabili con difficoltà visive.

Per attivare e utilizzare la guida sono necessarie alcune impostazione che qui presento in breve. L’assistenza vocale si trova andando su

Sistema > Accessibilità > Guida vocale

Da qui attivare su ON

Poi è possibile anche stabile che genere di voce preferiamo per cui si va su

Sistema > Controllo vocale > Voce televisione

E da qui modificare il genere.

Una volta attivata l’assistenza vocale si disattiva automaticamente il sensore di movimento. O si ha uno o l’altro.

L’assistenza vocale può essere utilizzata per cambiare canale, aumentare o diminuire il volume e gestire le funzioni del televisore.

È possibile anche modificare le impostazioni dell’assistenza vocale stessa. Il volume dipenderà dalle impostazioni del volume del televisore. Però possono essere modificati anche la velocità del parlato, il tono e il livello di descrizione.

Cos’è IBM Watson

Lunch&Learn-1BBits.keyIBM Watson è la piattaforma più avanzata di cognitive computing presente sul mercato. Le funzionalità di interfaccia di conversazione di questo assistente vocale sono a disposizione degli sviluppatori attraverso il Developer Watson Cloud.

Cos’è VIV

viv-logoViv è una piattaforma di intelligenza artificiale (AI), che offre agli sviluppatori e produttori di hardware la capacità di fondere qualsiasi prodotto o interfaccia con un’interfaccia utente conversazionale (UI).

Assistenza vocale Microsoft 10

Avviare o interrompere l’Assistente vocale
Puoi attivare o disattivare l’Assistente vocale in tre modi:

In Windows 10 Creators Update, premi il tasto WINDOWS + CTRL + INVIO sulla tastiera. Nelle versioni precedenti di Windows 10, premi tasto WINDOWS + INVIO.
Nella schermata di accesso seleziona il pulsante Accessibilità nell’angolo in basso a destra e scegli Assistente vocale.
Vai a Impostazioni > Accessibilità > Assistente vocale, e sposta il dispositivo di scorrimento in Assistente vocale.

Assistenza vocale di terze parti

Hound

Non è molto conosciuta. Come altri assistenti vocali risponde a varie domande.  Si attiva dicendo “Ok Hound“. E la sua velocità di risposta dipende dalla velocità di connessione.

Jarvis

Ispirato all’assistenza vocale di Iron Man funziona su Android Wear. Invia messaggi, avvia chiamate telefoniche. Può modificare le impostazioni del dispositivo.

Smart speaker

Questi assistenti vocali oggi stanno aprendo un nuovo mercato che è quello degli smart speaker. Ossia delle casse acustiche che possono rispondere attraverso comandi vocali.

Qual è il miglior assistente vocale?

Qual è il miglior assistente vocale? E il miglior assistente vocale per Android?  La risposta è dipende. Dipende da cosa ci devi fare. Qui di seguito aggiungerò tutte le comparazioni che vengono fatte con l’aggiunta dei miei commenti.

Google Assistant VS Siri

PhoneArena ha svolto 4 test mettendo a confronto Google Assistant contro Siri. Hanno dato i risultati attraverso delle infografiche.

Il vincitore è Google Assistant, anche se Siri si è dimostrato più integrato con i propri servizi made in Apple.

(continua…)

La pagina si aggiornerà nel tempo per dare le migliori informazione sul tema.

Analisi dal blog sull’assistenza vocale

Pin It on Pinterest

Share This