Videocamere musicali

Le videocamere musicali o video recorder mettono in primo piano l’audio. E secondo me deve essere chiaro che questo tipo di videocamere danno “anche” la possibilità di fare un video.

Lo ripeto, in realtà si tratta di registratori audio con una opzione in più rispetto ai registratori vocali di cui ho già parlato. Se non si tiene conto di questo si potrebbe restare fortemente delusi. Un acquisto consapevole, invece, potrebbe farvi scoprire uno strumento utile per i vostri video fatti in casa.

Se il vostro obiettivo è quello di fare video musicali le videocamere musicali possono essere delle ottime videocamere di appoggio a videocamere amazon o professionali.

Videocamera per concerti live

In commercio, al momento, ci sono tre (quattro) videocamere musicali. Si tratta della videocamera musicale della Sony HDR-MV1 e due(tre) modelli della Zoom. La Zoom Q4n Registratore Digitale (che è l’evoluzione della Zoom Q4) e la sorella maggiore che è la  Zoom Q8.

Chi mi segue e mi conosce sa che Zoom è la mia marca preferita di registratori vocali portatili.

L’uso delle videocamere musicali è limitato a determinate condizioni. Le videocamere musicali sono, lo ripeto, registratori audio. A certe condizioni e a certe distanze permettono di avere in aggiunta un video. Ma la qualità di questo video che, di per se, è di buona o ottima qualità, potrebbe deludere le aspettative.

Se l’intenzione, dunque, è quella di fare un video musicale si deve pensare a questo tipo di telecamera esclusivamente come telecamera di sostegno ad un’altra telecamera. Non si può pensare che sia la telecamera principale. Né si deve pensare che si possano fare particolari riprese. I vantaggi di una videocamera musicale sono la portabilità dell’oggetto e un audio di alta qualità.

Videocamera per musicisti

Fondamentalmente le videocamere musicali sono utilizzate dai musicisti che hanno la possibilità di posizionare la videocamera in un punto del palco favorevole o su uno strumento senza ingombrare la visuale degli spettatori o senza dover ingombrare con treppiedi il palco. In ogni caso, per avere un risultato decente è necessario mettersi vicino alla telecamera.

Per altri usi, tutto diventa difficile. Soprattutto se pensate alle riprese che fate con i vostri smartphone, anche non molto avanzati, o con altre videocamere portatili. Le videocamere musicali non hanno uno zoom per avvicinare il soggetto, hanno un obiettivo grandangolare, che soffre quando non c’è luce sufficiente. E la visione è quella di un grandangolare, del tipo Go Pro, che alla lunga potrebbe anche stancarvi.

Se acquisti questo tipo di telecamera significa che per te il video non ha una grande importanza. Il video ha solo un significato simbolico di ricordo. Se acquisti questo tipo di prodotto quello che a te importa è l’audio. Infatti, se vuoi fare un bel video devi indirizzarti ad un altro tipo di videocamera. E l’audio registrarlo con altro.

Ma andiamo ad analizzare i singoli pezzi e mettiamoli a confronto.

Videocamera Zoom Q4n

A creare il primo registratore audio video è stata proprio la Zoom. Non parlo della Zoom Q4 Registratore Digitale e passo direttamente alla Zoom Q4n perché per trenta euro in più i miglioramenti sul modello base sono stati notevoli.

Zoom mantiene le sue qualità audio e il suo design con le due capsule microfoniche nella configurazione stereo X/Y, che però possono essere direzionati e diventare un A/B. Il video raggiunge i 60 fotogrammi per secondo a 720pixel o il 30 ftp per 1080p. La Zoom Q4n ha una focale fissa, una lente 2.0, il sensore CMOS e un grandangolo a 160 gradi.

Ma è l’audio il pezzo forte. La Zoom Q4n registra in formato WAV (16/24bit,44.1/48/96kHz) e AAC (64-320kbps, 48kHz) con anche l’ingresso di linea per microfono esterno, uscita cuffie regolabile e uscita mini-HDMI per scaricare le immagini. E cosa non da poco supporta schede SDXC fino a 128GB.

Il registratore audio è uno zoom e a me piace tantissimo il suono che registra. Pieno e profondo. Il video, invece, è scarso.

Videocamera Sony HDR-MV1

Altro stile è quello della Sony HDR-MV1. Attenzione, sembrano tutti dei piccoli giocattolini e quando si hanno in mano sembra davvero eccessivo il costo che hanno.

I mocrofoni della sony sono rivolti verso l’esterno e non sono direzionabili. Il grandangolo arriva a 120 gradi ed ha un qualità notevole con contrasto e riproduzione dei colori non male. Il sensore è un CMOS Exmor R, che fa un buon lavoro ma sempre con riserva. La videocamera musicale Sony sfrutta il wifi per collegamenti al proprio smartphone e poter condividere in breve tempo i video.  I video sono registrati in HD a 1920×1080/30p in formato mp4. Ma i risultati non sono dei migliori.

In teoria, acquistando un adattatore Sony AC-Adapter (AC-UD10), si dovrebbe poter continuare a registrare anche sottocarica. In pratica, senza adattatore, che è una ulteriore spesa, non è possibile. L’audio della Sony è limpido, chiaro, cristallino. Alle mie orecchie risulta poco profondo. Ma è comunque di alta qualità.

Zoom Q4N vs Sony HDR- MV1

Premetto che le due videocamere hanno grossi limiti. La Zoom Q4n ha un ottimo suono e un video pessimo. La Sony HDR-MV1 ha un ottimo video e un audio abbastanza buono. Anche se il suono della Zoom Q4n a me piace molto, penso che una videocamera deve fare i video. E che il video sia, almeno, decente. Per cui, secondo il mio modesto parere, tra le due videocamere musicali, la partita del confronto è vinta dalla Sony HDR-MV1.

Zoom Q8

L’evoluzione di Zoom nella Zoom Q8 Registratore Digitale è certamente notevole e di grande valore. Anche l’aumento del costo, a dire il vero. E tante sono le novità.

Dal punto di vista dell’audio è un ottimo registratore. I microfoni integrati sono intercambiabili a seconda dell’uso che si vuole fare. In più è possibile aggiungere fino a due microfoni con entrata XLR (mi pare in mono).

La videocamera musicale Zoom Q8 vince su tutte le videocamere musicali. Vince il confronto con la sorella minore Zoom Q4n, guadagnando sul lato video. E vince anche contro la Sony hdr-mv1 di cui supera sia la qualità video, sia la qualità audio. Il grandangolare è leggermente più ampio rispetto ad entrambe le rivali. Il video è più luminoso. E insomma, si può utilizzare per fare più cose. Mantiene il suono profondo (che piace a me). E il mio parere è che se si vuole acquistare un prodotto di questo genere la Zoom Q8 Registratore Digitale è da preferire, rispetto alle altre.

Videocamere musicali. Videocamera per registrare musica

L’audio di queste videocamere è superiore a tutte le altre videocamere o telecamere della stessa gamma di prezzo e anche superiori. Con una videocamera musicale voi potrete registrare la vostra musica e conservare un video ricordo di un vostro concerto o di una vostra registrazione in studio.

Altre telecamere, anche più economiche, non avranno la stessa qualità audio, ma certamente avranno qualità video molto superiori rispetto alle videocamere musicali.

Infatti, per avere una qualità audio comparabile con le videocamere musicali si deve alzare di tanto la gamma delle videocamere. E nonostante tutto, i più professionali, usano registratori esterni per garantirsi una qualità audio alta. Registratori come Zoom o Tascam sono utilizzati come accessori per le videocamere o per le reflex che, vanno tanto di moda fra i videomakers, ma che hanno un audio pessimo.

Zoom Q2n

Ci sarebbe anche la Zoom Q2n. Ma più che una videocamera musicale io la definirei una webcam musicale. Piccola, comoda, personale. Come consigliano direttamente dallo ZoomLab utile per i Facebook live audio. La posizioni davvero dappertutto e non da fastidio a nessuno. Il prezzo è alto, secondo me, ma risponde al bisogno di piccole nicchie di mercato che spendono tranquillamente queste cifre per i loro bisogni.

Ti potrebbe interessare

Videocamere Amazon – Le 2 migliori videocamere che ho usato + un’Action Cam

Tengo a precisare che questo post non è sponsorizzato e non ho nessun legame con i brand di cui sopra.

Zoom Italia, ha notato i miei articoli e mi offre di poter testare i suoi prodotti su richiesta. I link rimandano al mio programma di affiliazione ad Amazon. L’analisi di queste videocamere musicali deriva dall’uso professionale e personale che ne ho fatto nel tempo. Inoltre sono possessore di una GoPro con gli stessi limiti che ho elencato sopra. Inoltre scambio spesso pareri con altri professionisti del settore audio.

Se volete approfondire la vostra conoscenza di registratori vocali potete visitare il post che aggiorno periodicamente.

Sono a disposizione dei miei lettori. Ma prima ti chiedo, almeno di condividere l’articolo. Se sei arrivato fin qui magari l’articolo potrebbe essere utile anche per altri. Grazie!

34 commenti su “Videocamere musicali”

  1. …grazie per le info. Acquisterò la Zoom Q8. Nei mesi scorsi ho creato qualche video ad uso didattico con Cilpchamp. Date le mie modeste capacità la sovrapposizione in sincrono di più files della stessa performance e il successivo montaggio delle inquadrature mi hanno richiesto molto tempo, col rischio che qualche sequenza potesse sembrare in playback!
    Speravo in un sistema di camere dialogante, con avvio simultaneo e facile successivo editing per principianti….
    Va bene così! intanto cerco una Q8 che la carta docente dovrebbe passarmi.
    Grazie ancora!
    Domenico

  2. Ciao Toni,
    in questi giorni sto leggendo le interessantissime info pubblicate sul tuo blog… anch’io sono uno strumentista classico e vorrei provare a produrre qualche video (da usare come demo o documentazione) con un sistema multicamera (max tre telecamere). Sono quasi totalmente a digiuno nel settore: potrei optare per una zoom Q8 e aggiungere 2 piccole telecamere? Quali?
    Il lavoro di post produzione, per effettuare prima i sincronismi, poi le dissolvenze incrociate fra i tre video (immagino con un unico audio ricavato dalla Q8) è alla portata di un inesperto? (Cercando su internet non trovo sistemi già pronti e sincronizzati, a meno che non si acquisti un costoso dispositivo di regia ).
    In altri termini è sufficiente un programma gratuito per gestire i files ottenuti, senza impiegare ore in post produzione, oppure si tratta di una aspirazione troppo ambiziosa per chi ha poco tempo e competenze? In quest’ultimo caso mi fermerei ad un’unica ripresa audio/video con la Q8..
    Mille grazie per la risposta.

    1. Gentile Domenico, intanto grazie mille per la tua attenzione. Mi fa molto piacere che stai trovando le informazioni del blog utili.

      Sincronizzare e montare un video da tre riprese può essere un’operazione facile se conosci bene il programma. Ma molto complessa se non conosci come utilizzare il programma editing. In ogni caso, il montaggio di un video richiede tempo. Se non altro il tempo di rivedere tutto il girato e scegliere le scene da mostrare nel video editato.
      Il mio consiglio è quello di procedere gradualmente e di pensare a video semplici. Magari cominci con qualche app per smartphone (tipo Magisto). Inizi a tagliare, per esempio, inizio e fine del video girato. Inizi a prendere confidenza con il montaggio. Personalmente non uso queste applicazioni perché le trovo scomode per uno schermo piccolo. Se acquisti la Zoom Q8 inizia con delle prove, poi sul PC inizia a fare del montaggio con programmi gratuiti. All’inizio non è necessario acquistare programmi professionali.
      L’ideale sarebbe che qualcuno ti guidi almeno all’inizio, prova a vedere qualche tutorial su youtube.

      Non troverai sistemi già pronti e sincronizzati. Almeno io non ne conosco. Ho sempre usato PREMIERE. Qualcosa di automatico si trova per le foto (che messe in carosello diventano video), oppure ci sono sigle iniziali e titoli di coda, ma il montaggio è una operazione umana, da fare secondo i propri gusti estetici.
      Inizialmente non avere grandi pretese. Inizia con una telecamera. Le altre telecamere, se necessarie, arriveranno con il tempo. Sempre che poi tu abbia voglia di fare tanti video. Nel mio ufficio, all’inizio mi sono molto divertito. Imparare ad usare Premiere, fare le riprese, immaginare la scena è stato davvero entusiasmante, ma una mia collega, che mi doveva affiancare, dopo il primo montaggio, ha rinunciato e rifiutato l’incarico.
      Penso sia qualcosa di soggettivo. Se ti piace è davvero entusiasmante.
      Fammi sapere!

  3. Gentile Toni, grazie per il tuo articolo che trovo assolutamente utile e molto dettagliato! Vorrei sottoporti la mia situazione, che vedo essere simile a quella di altri utenti. Sono una pianista classica e avrei bisogno di un apparecchio con ottima qualità audio e possibilmente miglior qualità video compatibile per registrare video ininterrotti di almeno un’ora (farebbe dunque al caso mio, secondo il tuo articolo, la zoom Q8). Il problema risiede nell’autonomia della batteria, che alcune recensioni dichiarano di essere di massimo 40 minuti! Impensabile se volessi registrare un intero concerto che dura minimo 60 minuti. Può esserci una soluzione per tenere in carica la videocamera senza fili?
    La scelta della videocamera sta nel fatto che vorrei evitare di conciliare un microfono ad un altro dispositivo che faccia da video per non incorrere ogni volta in una noiosa post-produzione (anche imprecisa qualora non dovessero coincidere audio e immagine, ahimè fondamentale per audizioni e concorsi), nonchè la necessità di portarsi dietro un pc per poterli collegare. Ci sono altrimenti soluzioni più comode delle quali non sono a conoscenza? Non sono un’esperta e sto cercando di trovare la migliore soluzione possibile. Comprendo che la mia richiesta sia un pò specifica, ti sarò grata per il tuo aiuto e la tua disponibilità. Considera che sono disposta a spendere anche di più del costo di una Q8.
    Grazie, Lucrezia.

    1. Gentile Lucrezia,
      intanto grazie per la tua attenzione verso il mio blog.
      Ti dico subito che la durata della batteria dipende da molte variabili, tra cui anche la qualità dei video che fai. Ossia i 40 minuti di cui probabilmente parlano le recensioni intendono la durata massima alla massima risoluzione. La durata della batteria origina di 1700mAh, dichiarata dalla Zoom, infatti, è “Nominale: ca. 3.5 ore (registrando video a 720p/30fps con LCD chiuso)” “Uso effettivo: ca. 2 ore (registrando video a 720p/30fps con LCD aperto e mic a condensatore collegato al jack combo)” Considerato che le risoluzioni video possibili della Zoom Q8 sono: HD 2304 x 1296 a 30 fps, HD 1080p/30fps, HD 720p/60fps, HD 720p/30fps, wvga a 60 e 30fps, mi sa che con HD 1080p/30fps, ad LCD chiuso e senza microfoni esterni collegati, potresti arrivare ad avere una registrazione di un’ora con un’unica batteria. Ora non ho la videocamera sottomano e non posso fare per te la prova, e quindi non posso darti la certezza. Però indicativamente, 60 minuti dovresti riuscire a recuperarli.

      Le altre soluzioni sono, invece, spendere tanto di più, tipo acquistare una Canon XA40 o qualcosa come la Sony FDR-AX53 a cui abbinare un buon microfono.
      Dico queste due videocamere, la Canon per le sue 2 entrate audio XLR e la Sony per l’entrata audio esterna, mini jack. Ma ce ne sono anche altre per tutti i gusti e per tutte le tasche. Se ti piace qualcosa, fammi sapere, possiamo controllare le caratteristiche insieme. Ok?

      Ti auguro una buona giornata e alla prossima!

  4. Ciao Tony e grazie per i tuoi articoli interessanti.

    Suono in un Trio Jazz , piano contrabbasso e batteria.
    Mia figlia studia canto lirico e con la scusa di registrare i suoi saggi potrei fare un buon investimento per entrambi.
    L’audio è molto importante, il contrabbasso anche se amplificato necessita di un’ottima qualita per poter essere sentito bene però, anche video scarsi sarebbero piuttosto deprimenti. Possediamo già uno Zoom R16 con il quale ci siamo registrati con buoni risultati ma… Volendo aggiungere anche il video cosa comprare ???
    Oggi ho visto diversi video Youtube e le riprese della Sony HDR così come l’audio mi sembravano migliori rispetto allo Zoom Q4n che mi piace molto dal punto di vista ergonomico. Sulla Sony la presenza del monitor laterale non orentabile mi sembra assurda e poco fruibile, che fai mentre riprendi ti metti a sbirciare di lato ???
    Nel frattempo è uscito il Q2n 4K oppure, vale la pena spendere un centinaio di Euro in più per la Q8 ?
    Grazie molte per l’attenzione
    Stefano

    1. Ciao Stefano,
      Scusa il ritardo della risposta.
      Il mio consiglio, lo ripeto sempre, è pensare a quello che vuoi fare e perché.
      Escludiamo intanto la Sony HDR MV1 che ho cercato oggi e che ho trovato solo usata e ad un prezzo, secondo me, eccessivo per un usato.
      Escluderei anche il 4k, per due motivi. Il primo è che per i video che vengono fuori, avere un 4k non ha senso. Ma anche a fare dei video eccezionali, ti tocca conservare e gestire file enormi. Per cui devi acquistare Hard disk di grandi dimensioni e avere un PC con grande potenza di calcolo. Ne vale la pena?
      Per cui ti resta poca scelta. Ossia la Zoom Q8.
      E certo che fra Q2n e Q8 vince la Q8 foss’anche solo per il fatto che puoi attaccarei cavi XLR sulla telecamera.

      Come già scritto nell’articolo, pensa attentamente al risultato finale. Si tratta di una immagine fissa. Loro stessi nella pubblicità parlano di video fatti in garage.
      Per cui se fra un paio di mesi scoprirai che i video sono una buona strada per te e la tua musica, non avrai molte scelte di inquadratura. Semmai una telecamera del genere è una telecamera di appoggio e poco invasiva durante un concerto.
      Personalmente, avendo già un ottimo registratore, valuterei anche l’acquisto di una telecamerina HD o una action camera, non per forza una go pro, e poi editerei il video con un programma qualsiasi aggiungendo l’audio del registratore.

      Facci sapere cosa sceglierai alla fine o sei altri dubbi, sono qui.
      Alla prossima!

  5. Ciao Tony,
    sono arrivato con un anno di ritardo ma ci provo lo stesso!

    Ho la necessità di registrarmi quando suono, con un dispositivo che mi permetta di ricevere l’audio dal mixer e di poter lanciare la registrazione da remoto (tipo computer). Anche se le registrazioni le metto su youtube (chi ti da tutto quello spazio gratis!?!), le utilizzo principalmente come riferimento per il futuro.

    Tieni presente che attualmente utilizzo il telefonino (Nokia 7 plus) e il risultato è molto buono, però, tutte le volte che devo fare una registrazione, ci perdo mezz’ora. Stasera mi era venuta la voglia di tirarlo nel muro! Poi ho deciso di cercare su internet e ho trovato il tuo sito. Devo dire che è molto bello ma non ho trovato quello che cerco!

    Stavo pensando di utilizzare un dispositivo dedicato quindi, avrei bisogno di queste caratteristiche:
    Ingresso audio dal Mixer;
    Gestione remota da computer (video di quello che inquadra la videocamera e comando di avvio e fermo della registrazione).
    La qulità è accettabile anche quella che ho col telefono ma con meno sbattimenti!

    Spero di poter ricevere un tuo consiglio. Per la spesa, non saorei, non vorrei spendere molto ma, se impiego meno tempo per le registrazioni, è già un risparmio, no? Ovviamente, il prodotto, lo acquisterò con il tuo codice!

    Grazie ancora per il tempo che mi dedicherai.

    A presto, Alessandro.

    1. Ciao Alessandro,
      non capisco dove sta la tua perdita di tempo. Fare video è impegnativo, sicuramente. Avere un ottimo audio con un ottimo video è costoso. In termini economici, come di tempo.
      Se usi un trepiedi, lo posizioni, avvii la registrazione e poi inizi a suonare. Perché perdi tempo? A che distanza posizioni il tuo smartphone?
      Per avere l’ingresso dal mixer su una video camera o usi uno dei due modelli Zoom Q4n o Q8. Sono fatti proprio per musicisti che si vogliono auto riprendere. Però dici che non soddisfano le tue esigenze. Oppure devi passare a videocamere professionali molto costose e che comunque ti richiedono un editing dei video. da un lato perderesti più tempo su un aspetto che non ti interessa.
      Mi spiace non esserti più utile di così.
      Fammi sapere la soluzione che trovi e in bocca al lupo per la tua attività!

  6. Salve Tony!
    Fortuna, caso, mi hanno fatto leggere il Tuo articolo molto, davvero chiaro su come orientarsi al primo acquisto di video camere.
    Per è il primo e leggendo credo di aver capito, ma comunque un parere di grande esperto può essere utilissimo. Da anni mi dilettavo con amico/i che usavano zoom o smarth phone (ultimo apple in k4.. )
    e l’audio con quest’ultimo lasciava a desiderare…
    Ora voglio acquistare una video camera per uso casa /studio e da quanto ho dedotto la zoom Q8 farebbe al mio caso, anche avendo qualche punto debole?!
    Grazie tante e complimenti per l’articolo e le risposte agli altri utenti anch’esse tanto utili.

    1. Caro Silvano, grazie per questo tuo contributo. Mi da un immenso piacere avere conferma del fatto che i miei messaggi siano chiari e utili. In ogni articolo che scrivo a me interessa che il lettore sia consapevole della scelta che farà. Ti auguro un buon divertimento con la tua videocamera! E buon tutto!

  7. Sono un inesperto e possiedo un videoregistratore Zoom Q8. Nel trasferimento su PC di una videoregistrazione di circa un’ora, la stessa viene suddivisa in quattro files ci circa 15 min ciascuno. E’ possibile evitare questa frammentazione e ottenere un unico file? Grazie per l’aiuto

    1. Gentile Studente,
      Di default la dimensione massima per un file WAV è impostata su 2 GB. Infatti, files di dimensioni superiori a 2 GB potrebbero non essere riconosciuti correttamente dal software del lettore o da altri software audio su un computer. Probabilmente stai usando una qualità massima sia audio che video e in 15 minuti di registrato raggiungi la dimensione massima di 2 GB.
      Io ti consiglio di seguire quando consiglia Zoom, ossia di unire i files durante l’edizione delle tracce. Hai 4 files ancora gestibili.
      Inoltre ci sarebbe da vedere anche se la scheda SD che usi supporta file superiore ai 2 GB. Per cui è bene verificare entrambe le cose.
      Prego e alla prossima!

  8. Articolo molto interessante ed essenziale! Ho avuto modo di provare la Zoom Q2n che ha deluso le mie aspettative, infatti suonando la batteria acustica, ho bisogno di uno strumento che registri bene in video e audio; stimolato dai video “test” presenti sul sito del produttore, ho fatto l’acquisto. Dopo tante prove con impostazioni varie, l’immagine risultava sempre troppo disturbata e granulosa, nonostante la risoluzione fullhd, ma soprattutto non capisco come mai quei video pubblicati dal produttore e registrati in condizioni di luce non propro ottimale siano pulitissimi. Probabilmente c’è qualche trucchetto. Sono ancora alla costante ricerca di una soluzione per ottenere un ottimo video mentre per l’audio userei uno strumento a parte.Ma anche tra le videcamere blasonate, non tutte hanno buone capacità di ripressa in condizioni di luce scarsa, quindi quale potrei scegliere disponendo di un budget fra i 250 e i 300 euro?

    1. Ciao Bucho, Intanto mi fa piacere che tu confermi quanto ho scritto. Chi acquista questo genere di videocamere non può (e non deve) pensare di poter fare video musicali con solo questa telecamera. Il trucchetto potrebbe trovarsi in un massiccio lavoro di editing che molto probabilmente si pensa sempre ovvio. Anche se risolvere la granulosità la vedo dura. Zoom sta molto lavorando nello sviluppo di questa fetta di mercato. Mi sa che ne parlerò a breve. Ma bisognerebbe provare le versioni superiori di queste videocamere musicali. Per quanto riguarda la tua domanda, a me hanno parlato molto bene della Canon EOS M10. Ma che dirti? I video che in rete si dicono girati con questa macchina non sono male. Ma non posso garantirlo, non ce l’ho ancora. Ma già, anche questa, sfora il tuo budget, anche se di poco. Per una buona videocamera, che veda bene anche di notte, si deve spendere almeno il doppio. Se decidi cosa comprare, potresti condividere con il blog la tua scelta finale. Alla prossima!

      1. Si, la Canon potrebbe essere una soluzione come anche la Sony DSC-RX100, ma rimango perplesso in merito alla possibilità di utilizzarla per sessioni di ripresa più o meno lunghe, bypassando la batteria e quindi collegandola alla rete elettrica. Ad ogni modo, c’è sempre da considerare che queste compatte dall’ottimo rapporto qualità prezzo non sono provviste di connettore per microfoni esterni e quindi una ripresa audio ottimale si potrebbe ottenere solo mediante strumenti separati, come registratori portatili o schede audio connesse ad un pc. Se Zoom decidesse di adottare ottiche migliori, più luminose, magari Zeiss, aumentando di conseguenza il prezzo, riuscirebbe ad acchiappare una buona fetta del mercato.

        1. Mi è sembrato che ponevi un limite massimo di budget di 300 euro. Senza questo limite le soluzione possono essere varie.

  9. Caro Toni, sapresti percaso indicarmi doverl poter acquistare una custodia, una batteria di ricambio, e magari un filtro antivento(tutto per q4n)?
    Perche su Amazon ci sono custodie principalmente per gopro, batteria per q8 e q4 e filtri per h4n :((

    1. Niccolò, per la custodia e il filtro antivento ti basta avere le stesse misure. Per cui anche la custodia per q8 va bene. Così per l’antivento. Puoi cercare e trovare anche qualcosa di concorrenza. Per la batteria devi guardare misure e Amper. La handy cam q4n ha la stessa batteria della q4 ossia una lithium BT-02. Se non ti fidi di Amazon puoi acquistare direttamente dal sito ufficiale Zoom. 😉

      1. Nono mi fido, e che su amazon di specifico per lo zoom q4n ce veramente poco, quindi la batteria che nellanella descrizione e specifica per q4 vabene anche su q4n???

          1. Sisi la batteria allora lho trovata suuna amazon a 30€, pero possibile che lunico caricatore costi 50€ ma dai! Non ce ne sonoso di piu convenienti?

  10. Salve, vorrei iniziare a registtarmi sia in studio a casa che in live (baatteria) e stavo optando su du videoregistratori alla portata del mio pprtafogli (200€-250€).
    Ovviamente non cerco registtazioni top super professionali, pero qualcosa di carino da caricare in rete.
    allora stavo optando o per Zoom q2n oppure per gopro hero 5.
    Secondo voi, a parita didi prezzo, cosa mi conviene acquistare? Sia per qualita, per durata nel tempo e per molteplici scopi.
    Grazie mille

    1. Salute a te Niccolò.
      Io equiparerei intanto la gopro hero 5 allo Zoom q4n. Si tratta, però, di due cose diverse. La gopro è una videocamera a prevalenza video. La Zoom q2n o q4n sono videocamere a prevalenza audio. A parità di prezzo devi capire cosa ti interessa di più, qual è il tuo gusto personale. Il video o l’audio? Ti da più fastidio un video sgranato o un audio basso? Se rispondi a queste domande hai fatto già la tua scelta. Per qualità, per durata nel tempo e per molteplici scopi (che non è il massimo, perché ciascun strumento ha pochi scopi specifici) è sicuramente più interessante la Gopro hero 5. Ma se c’è un difetto capitale delle gopro è che si tratta di ottime videocamere a condizione che si acquistino tanti accessori. Anche di concorrenza. Dunque per avere un buon audio sarà necessario acquistare accessori come un adattatore e/o un microfono . O addirittura adesso c’è la moda delle steadycam. Come vedi, anche se prodotti concorrenziali e a basso costo, non possiamo più parlare di parità di prezzo; ma di aggiunte al prezzo iniziale che ti fanno sforare (e di tanto) il tuo budget. Io ho una Go pro 3 silver. Ma non è quello che pensavo di comprare. Cioè non ci faccio i video che vedo nelle pubblicità della gopro. Tante immagini sono poi inutilizzabili (perché non le vedi), la batteria finisce prima di quando ti serve sul serio. E non la userei mai per registrare l’audio di un concerto. Però se devo fare una panoramica si. Insomma, si tratta di una videocamera di appoggio. Avendo già altro come una macchina fotografica, per esempio. Oggi avere la Gopro, fa figo. Ma ci sono tanti pro e contro da valutare. Tutto dipende dalla prevalenza delle cose che ci vuoi fare. In bocca al lupo e grazie della tua domanda che mi ha permesso di essere ancor più chiaro.

      1. Ti ringrazio io davvero e vorrei se possibile chiederti altre cose in merito a gopro, se mi dai un contatto ti scrivo su fb. Grazie ancora

          1. Guarda su eglobal center hanno aggiunto una Zoom q4n a poco piu didi 200€, pero credo di aver capito che non e compreso nessun tipo di accessorio, bene per funzionare ha bisogno di qualche cavo oppurr funziona cosi come arriva?
            E seconda domanda,per montare un treppiede basta prenderne uno qualunque con filettatura 1/4?
            Terza domanda, per una spesa poco maggiore risppetto a q2n (con accessori) conviene qualitativamente prendere q4n?
            E cosi tanto un passo avanti oppure no?
            Grazie mille (lascio perdere go pro perche come hai detto anche tuse, mi intereesa piu il suono 😉 )

          2. Ho visto. Si tratta di una offerta interessante. E non si capisce in effetti cosa ti mandano. Su questo non so dirti. Però batteria e cavo di ricarica dovrebbero essere il minimo. La videocamera funziona con una batteria al litio BT-02 (che dovrebbe essere inclusa) e una scheda di memoria da acquistare (non la trovi nelle confezioni, non l’ho trovata menzionata da nessuna parte) sia su eglobal che su Amazon. Dopo la ricarica funziona come arriva.
            Per il treppiedi ormai è tutto standard. Ho fatto la prova tra il mio zoom h4n e un treppiedi di altra marca e si inserisce senza problemi.
            Terza risposta. Lo zoom q4n è un passo avanti a q2n? E direi proprio di si. Sebbene qualità audio e video e altre funzioni siano uguali, a mio parere, il fatto di poter direzionare i due microfoni e una batteria che dura 3 ore invece che 2, per me sono un grande passo avanti. Alla prossima!

  11. Buongiorno..non so se potete essermi d’aiuto..cerco una buona videocamera(x audio e video) x registrare concerti live.. (economica)quale mi consigliate??grazie

    1. Buongiorno Matteo, Intanto dipende molto da quale distanza farai le riprese. Le videocamere analizzate in questo articolo ti permettono di avere un buon video solo se sei il musicista che si autoriprende. La mia telecamera di riferimento è la Sony NEXVG900 che però non si può dire economica. Sapendola usare puoi girarci anche un film. Altri modelli interessanti arrivano o dalla serie Sony FDR e tra questi Sony FDR-AX33. Oppure dalla serie Canon Legria come la Canon Legria HF-G25. Ad ogni modo, un consiglio generale che ti posso dare, se ti interessa l’audio, è quello di scegliere sempre una videocamera che ti permetta di aggiungere un microfono esterno. I microfoni integrati, per quanto siano ottimi, hanno sempre dei limiti. Poi ogni modello ha i suoi pregi e difetti. Per questo motivo dopo l’acquisto è necessario fare delle prove in modo da rendersi conto del risultato finale. Buon divertimento!

      1. Ciao Toni, scusa se mi intrometto ma non ho capito da dove contattarti…volevo chiederti quale sia delle camere musicali da te menzionate quella più adatta a ricevere un segnale audio da un mixer…cioà non registrare con i microfoni della macchina ma in linea….tutto l’audio dal mixer deve entrare nella video camera durante il video ed io ascolto il tutto in cuffia dall’interfaccia audio…. PS non posso spendere 700 euro ma al massimo 2/300 euro…ti ringrazio, Roberto da Milano

        1. Ciao Roberto,
          Nessuna intromissione, mi fa molto piacere ricevere i commenti sul blog perché arricchiscono e completano l’articolo.
          Il modello che ti interessa è sicuramente Zoom Q8/IF. Puoi inserire da mixer due cavi XLR per avere lo stereo e ascoltare il risultato sia da interfaccia audio sia dall’uscita della videocamera. Il prezzo, al momento in offerta, è proprio quello che desideri. Una bella occasione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *