La categoria videocamere Amazon offre una lunga serie di videocamere. Ce n’è per tutti i gusti e per tutte le tasche. Ed è davvero difficile scegliere. Mi sono già occupato di videocamere musicali, che sono certamente più vicine ai temi del blog. Così come mi sono occupato di video camere pubblicando i prodotti JVC Kenwood 2017. Ma data la mia esperienza (anche) in campo video un amico mi ha chiesto un parere. E dato che ho dedicato del tempo nella ricerca, per recuperare un po’, ho pensato che sarebbe stato utile condividere quanto detto anche qui. Spero non me ne vogliano i miei lettori abituali. E comunque farò riferimento anche alle qualità sonore delle telecamere esaminate.

Videocamere Sony

Inizio dal presentare le due videocamere Sony che ho usato per tre anni consecutivi e che conosco abbastanza bene. Considero entrambe le videocamere professionali. Sia per i costi, sia per i risultati che si ottengono. I video che ho realizzato li trovi nella mia pagina video, almeno i video principali.

Sony HXR-NX100 Videocamera

La prima videocamera che ho usato in vita mia è stata la videocamera professionale Sony HXR-NX100 . Fino ad allora ero solo un appassionato di fotografia. Arte che mi ha sempre affascinato come mi affascina l’arte cinematografica. Così come racconto nella mia pagina presentazione, siccome mi occupavo di montaggio audio, per la Radio, fu deciso, dal mio capo di allora, che dovessi fare anche i video.

Beh, non era e non è la stessa cosa. E sebbene in 3 anni mi sono massacrato di video, continuo a preferire l’audio. Ma tant’è. La Sony HXR-NX100 è stata la prima telecamera della mia vita.Tutto quello che so di questa telecamera lo so perché l’ho usata sul campo.

Sony HXR-NX100 automatica o manuale

La Sony HXR-NX100 è un vero gioiello. Se si vuole una telecamera da utilizzare per la televisione o per effettuare servizi matrimoniali, questa videocamera è la videocamera ideale. Intanto perché è una videocamera comoda. Ha una bella impugnatura, la tieni ferma sulla spalla anche senza un trepiedi.

Si tratta di una telecamera pensata per i professionisti che possono trovarsi in situazione davvero diverse. Dalla registrazione in studio all’intervista in strada in mezzo ad altre decine di giornalisti. Si tratta di uno strumento versatile. Infatti si può passare come e quando vuoi, con estrema facilità, dalla ripresa manuale a quella automatica e viceversa. I pulsanti sono tutti a portata di mano e puoi regolare tutto in corso d’opera. Se c’è qualcosa che non va, corri ai ripari e porti a casa la registrazione.

L’audio è da professionisti. La Sony HXR-NX100 ha due entrate XLR, con la possibilità di entrata di 2 microfoni. Ogni canale è regolabile manualmente. In dotazione alla telecamera c’è un microfono direzionale molto efficiente, al quale puoi affiancare un microfono gelato a filo o un levalier.

Accessori

Come dicevo prima la HRX è comoda ma è abbastanza pesante. Almeno se la devi portare in giro. Alla lunga ti stanca mani e schiena. Il mio consiglio spassionato è quello di avere e utilizzare un monopedie o se possibile un treppiede. Ma ricorda. Se ti troverai in continua mobilità (e capita), ti devi portare dietro anche il peso del treppiede.

Altri due accessori fondamentali sono: una batteria di ricambio da caricare mentre l’altra è in uso. E un cappottino della pioggia per la telecamera. Non serve mai. Ma se ti trovi una sola volta nella vita sotto la pioggia, con la tua videocamera al seguito, la copertura ti farà risparmiare un po’ di soldi.

Pro e contro della HRX-NX100

La Sony HRX-NX100 è una videocamera esaltante. Ci puoi fare davvero di tutto. E sarà perché è stata la mia prima videocamera ma ancora oggi io la amo.

Per chi ama, però, l’effetto sfumato è totalmente da sconsigliare. La HRX è una videocamera, che possiamo definire, televisiva, tanto che è soprattutto utilizzata da video giornalisti. Ossia mette tutto a fuoco. La persona o il soggetto che puntiamo come tutta la parte che sta intorno. Per avere l’effetto sfocato devi studiare bene l’inquadratura e ti devi trovare nelle perfette condizioni che desideri.

Quindi niente video artistici o d’autore. Però se ti trovi a dover improvvisare, con questa videocamera si riesce a svolgere un servizio professionale.

Il fatto che sia pesante è una pecca ma anche un vantaggio. La si sente in mano e si appoggia facilmente alla spalla per una ripresa ferma.

Sony NEX-VG10E Videocamera 14.6 megapixel

La seconda videocamera che ho utilizzato nella mia vita, di seguito e in contemporanea alla precedente, è stata la NEX VG10.

Siccome a Venezia mi spaccavo la schiena e le spalle, su e giù per i ponti, e il numero di richieste video aumentava esponenzialmente, abbiamo avuto necessità di una seconda videocamera. Ma sta volta abbiamo acquistato una videocamere molto più leggera. Con questa ho svolto un documentario in montagna e qualche video che ritenevo di poter fare in modo più creativo.

Davvero comoda e leggera, mi è stata molto utile in alcune situazioni più tranquille. Ad avere i soldi per comprarne una, comprerei proprio questa videocamera. Ve la consiglio. Anche nelle versioni successive sempre più professionali e interessanti.

Leggerezza e Obiettivo

Per i fanatici dei video e per gli “artisti” questo piccolo gioielli è un giocattolo. E in parte è vero. Cioè se devi cambiare il settaggio in corso d’opera l’operazione non è semplice. Ossia i settaggi sono quasi tutti digitali e da effettuare da menu. Per cui, in alcuni casi, devi fermare la registrazione risettare e poi riprendere la registrazione.

Ma a mio parere i vantaggi di questa videocamera sono due. La leggerezza e l’obiettivo.

La leggerezza di questa videocamera ti permette di tenerla una intera giornata in mano senza spezzarti il braccio. E questo per chi lavora è una cosa fondamentale. Non tutti abbiamo a disposizione un team cinematografico o anche un semplice assistente che ci faccia da schiavetto, come certe persone lasciano intendere.

Altro vantaggio è la potenza dell’obiettivo. Un 18-200 mm in dotazione e interscambiabile. L’obiettivo ti permette di fare dei bei primi piani e dei gran bei ritratti. I colori sono pieni e la funzione macchina fotografica molto interessante.

Al contrario della HXR-NX100 dove l’immagine risulta abbastanza piatta con la NEX-VG è possibile avere l’effetto sfocato che va molto di moda.

Due difetti

In conclusione due “difetti” che dipendono molto dall’uso che si fa della videocamera.

Il primo difetto è che le impostazioni devono essere fatte prima che si inizi la ripresa. Per cui niente momenti esagitati e poca improvvisazione. Anche se non è troppo complicato raggiungere il menu, ma un attimo di tempo ce lo devi perdere prima che attacchi a registrare.

Secondo difetto, direi pregio difetto, è la leggerezza. Si porta ovunque ma ha poca stabilità. E se apri lo zoom devi davvero stare molto fermo. Se hai la mano giusta è ancora governabile. Ma è un fattore da tenere d’occhio.

Audio della Sony NEX VG 10

Dimenticavo l’audio. Si, in effetti, non ti lascia un gran ricordo. Il microfono ambientale ha il suo perché, ma è meglio usare un microfono o un levalier con attacco mini-jack.

Go Pro

A dire il vero ho una terza videocamera se così si può chiamare. Ossia possiedo la Go Pro 3 silver edition.

Preso dall’avvento delle Action Cam e annebbiato dalla campagna di marketing dell’azienda l’ho comprata. In effetti, non avevo grande esperienza nei video quando ho fatto questo acquisto sconsiderato.

Non riuscivo a capire che i video prodotti dalla Go Pro sono video girati con molte videocamere Go Pro. Con una sola action camera Go Pro non si riesce a fare un video. O comunque è molto complicato. Non solo. Per le immagini di lunga durata e d’insieme le Action Cam sono stabilizzate. Senza uno stabilizzatore è difficile tenere ferma una videocamera così piccola.

Per finire, se proprio non riuscite a resistere all’acquisto compulsivo per questo prodotto e non credete a quanto vi dico, vi consiglio di fornirvi di un kit di batterie. Direi di avere almeno 3 o 4 batterie di riserva se siete in giro. E la sera avete la possibilità di ricaricarle. Altrimenti ve ne serviranno molte di più. La batteria, infatti, dura circa un paio d’ore e ci vuole tempo per ricaricarsi.

E, infine, ci sono tutti gli accessori (di concorrenza) necessari se si vuole fare un uso completo. Se scegliete gli accessori a marchio Go Pro siate pronto al salasso della vostra carta di credito.

Insomma, la Go Pro è una videocamera di appoggio, per poche inquadrature.

Action Cam

Se però praticate uno sport estremo, o volete / dovete avere con voi poco peso, una action camera potrebbe essere una scelta obbligata. In questo caso, il mio consiglio è di comprare un giocattolo. Un’ altra Action Cam come, per esempio, la YI Action Camera della Xiaomi. Ha la stessa funzionalità della Go Pro, offre ottime prestazioni e costa poco.

Almeno se il video è inguardabile e poco utilizzabile per un video come si deve, almeno avrete speso il minimo indispensabile.

Fare Video con la reflex

Oggi va molto di moda usare una reflex per fare video. Molti giovani registi ne fanno uso. Io sono del parere che uno strumento debba svolgere uno e un solo compito, al meglio delle sue possibilità. Ma è una mia opinione personale.

Così come penso che se si è dei creativi e si vuole sperimentare o portare all’estremo una macchina, anche la reflex può essere un ottimo strumento per i video. Basta riconoscerne i limiti.

Anche in questo caso è importante pensare al tipo di video che si vuole realizzare e a che tipo di audio si vuole tendere.

Audio reflex

Se vogliamo fare video con una reflex è necessario munirsi di un microfono o di un registratore. Personalmente sconsiglio l’uso del microfono integrato. Trovandosi all’interno della fotocamera, infatti, il microfono raccoglie i rumori interni e i tocchi sulla fotocamera. Quindi ricordiamoci di acquistare uno o più microfoni a seconda dell’uso che ne faremo.

I video sono impegnativi

Se ti trovi a cercare una videocamera sei allo step successivo dei tuoi video sullo smartphone. Magari hai fatto qualche video, hai iniziato a fare qualche montaggio e ci hai preso gusto. La qualità però non ti soddisfa. Perché non c’è niente di meglio che uno strumento che faccia solo un lavoro.

Io faccio sempre una avvertenza a chi mi chiede consigli sulle videocamere. I video sono impegnativi, richiedono tempo e concentrazione. Non è facile, non è cosa per tutti. Intanto bisogna fare delle buone riprese. Ferme e utili. E poi ci vuole tutto il tempo del montaggio. Si tratta di due arti distinte e separate.

Oggi tutti facciamo tutto. Ma se si riuscisse a specializzarsi in una sola arte sarebbe meglio. Ad ogni modo, tutto dipende dalle tue aspettative o dalle aspettative e richieste di chi dirige la baracca. Io i video, per esempio, li ho fatti per tre anni di seguito per lavoro. Ma adesso che li vorrei fare per hobby, non ne faccio così tanti, quanto prima.

Buttare giorni interi su un video non ne vale così tanto la pena come si vuol far credere.

Conclusioni su cosa ho imparato

Concludendo, posso dirti che se devi comprare una videocamera devi pensare al punto in cui ti trovi e al passo successivo che puoi fare. Tieniti focalizzato sull’uso che ne devi fare e non farti abbindolare dai fronzoli o da funzioni che sono svolti da altri strumenti specifici.

Tieni presente sempre l’audio. Che un video di una qualità mediocre si può anche vedere, ma un un video con un audio fastidioso è inguardabile!

Una videocamera per un amico

Ritornando all’acquisto del mio amico, ci siamo fatti un giro nel reparto videocamere che ci offre il centro commerciale del paese.

Direi davvero poco. Molte videocamere entry level e poche abbastanza professionali. Diciamo con pochi intermezzi. Anche se è vero che alla fine i marchi che predominano sono 3. Sony, Canon e Nikon.

Videocamere Amazon

Finito il giro per i centri commerciali abbiamo dato un’occhiata online. Che poi, comunque la si pensi, è il negozio più fornito del pianeta.

I negozi, almeno nelle provincie, non hanno una grande offerta. Offrono un solo consiglio buono per ogni occasione.

Ossia: “Tra il più scadente e il migliore (che hanno in vetrina) scegli il migliore”. E grazie!

Non ti prospettano nuovi arrivi, non si preoccupano di cosa ci devi fare, e non trovi altro materiale oltre alla vetrina. Probabilmente i commessi non hanno mai fatto una registrazione audio o un video in vita loro. Non dico che dovrebbero essere dei registi navigati, ma almeno dovrebbero essere formati per avere un minimo di conoscenze sui prodotti che vendono.

Alla fine, per sapere qualcosa in più su queste telecamere chi vuole fare un acquisto deve arrivare su articoli come questo che sto scrivendo. E magari chiedere nei commenti un parere. Giunto a questo punto almeno acquista su Amazon o meglio ancora, sostieni il blog e fammi un regalo! O no? 😉

Video camere Canon

La linea Canon Legria è la serie di videocamere canon entry level. Cioè le telecamere per chi si sta introducendo per la prima volta nel mondo dei video. E da quanto vedo sono abbastanza interessanti. Perché dai modelli base si arriva anche a videocamere con cui fare degli ottimi lavori.

Con un audio ambientale c’è la Canon Legria HF R76 Full HD, Zoom e la sorella maggiore Legria HF R78.

Più cara ma anche più professionale è la legria HF-G25.

Audio Scene Select per un’ottima qualità audio

Con la tecnologia Audio Scene Select e un microfono zoom integrato ad alta sensibilità è facile fornire un audio ottimale ai tuoi filmati. Selezionando uno dei 5 tipi di scena, le impostazioni audio vengono ottimizzate automaticamente in base alla scena. L’audio sarà sempre coinvolgente e realistico, sia quando devi riprendere un discorso a un matrimonio o un concerto. Microfoni Canon 5.1 surround e wireless sono inoltre disponibili come accessori opzionali.

Di altro tenore sono le due videocamere Canon della serie X come la videocamera Canon XA30 . Ma potendo scegliere a me pare che il miglior rapporto qualità prezzo è offerto dalla Canon XF100.

Sony

E veniamo alle videocamere Sony. Come già scritto io non ho usato altre videocamere Sony. Sulla carta le video camere entry level mi sembrano davvero dei giocattoli. Ed io, personalmente, non le acquisterei. E se devo spendere qualche euro in più, ripeto, io andrei ad acquistare la Nex vg 10 o successivi aggiornamenti.

Di interessante vedo la Sony HDR-PJ810E oppure la Videocamera 4K Sony FDRAX53B. Oppure eccessiva e costosa mi pare la Sony FDR-AX700. Ma non gli manca niente. Ha tutto.

Videocamere per Vlog

E infine un po’ di videocamere consigliate da vlogger affermati. Se cerchi su Youtube, ciascun vlogger spiega come ha iniziato, come ha realizzato i primi video e la strumentazione che usa o ha utilizzato. Per cui se vuoi sentire i loro pareri direttamente non ti resta che cercare su youtube. E se ne segui qualcuno in particolare, prova a vedere se anche lui ha fatto questo genere di video.

Da quello che ho scorso e visto io tra le più consigliate ho trovato la Fotocamera Reflex Digitale Canon EOS 700D o la 750D. Con relativi accessori necessari. E l’aggiunta di qualche obiettivo come il Canon EF 50mm/1:1,8 II .

Molto consigliate sono poi le CANON PowerShot. E devo dire che anch’io consiglierei questo genere di videocamere, se così le vogliamo chiamare. Perché sono comode, le porti in giro e le sfrutti.

Le reflex sono certamente belle ma le usi solo quando devi fare davvero delle foto o dei video. È difficile mettere in borsa o in tasca una reflex. Gli appassionati di foto portano le loro reflex in giro anche in giacca e cravatta, ma se fossi già un appassionato non saresti qui a leggere questo articolo.

Per cui, ti potrebbe accadere quello che è successo a me. Ho comprato la reflex, l’ho portata con me per un paio di mesi, poi ho iniziato a sentire un certo dolore alla schiena e alla spalla. Oggi è quasi sempre a casa e la prendo solo se decido di usicre per fare delle foto.

 

Kit per video vlogger

Per concludere, se il vostro obbiettivo è quello di realizzare video e diventare uno youtuber, parlando direttamente in camera il mio consiglio è quello di comprare un kit di illuminazione video. Costano poco e sicuramente facilitano le riprese. Oltre a rendere i vostri video più attrattivi.

Conclusioni

Dopo tutte le spiegazioni che ho dato il mio amico era più confuso di prima.
E lo capisco. Perché le varianti sono tante, le case di produzione creano prodotti con funzionalità ibride e se appena cerchi qualcosa di buono i costi lievitano notevolmente.
Il fatto è che chi vuole fare video comunque deve essere disposto a spendere un bel po’ di soldi. E questi soldi, se si vogliono fare video per hobby sono sempre troppi. A seconda del proprio tenore di vita anche 500 euro possono essere tanti. Ma magari iniziare a fare video può essere il modo per capire se la cosa piace e se possa diventare un lavoro redditizio. Cosa che vi auguro di cuore.

Per evitare confusioni e giungere alla conclusione di questo articolo, messa da parte la questione economica, vi dico cosa acquisterei io.

La videocamera che acquisterei io è la Nex-Vg10 che ho presentato all’inizio del post o le successive versioni come la Sony NEX-VG30EH . Ovviamente con cavalletti e accessori. A me piace tantissimo! E affiancherei a questa telecamera la Canon EOS M10 Kit Fotocamera Mirrorless da portare sempre in giro e con il quale fare video e foto come se non ci fosse un domani.
Buon video a tutti!


Tengo a precisare che questo post non è sponsorizzato e non ho nessun legame commerciale con i brand sopra citati. I link rimandano al mio programma di affiliazione ad Amazon. Ad ogni modo, ribadisco che la proposta delle tre videocamere deriva dall’uso professionale e personale che ne ho fatto in tre anni di lavoro, producendo 1250 video.

Tutte le altre videocamere sono invece analizzate sulla carta, insieme al mio amico che me li ha sottoposti per un parere. Non ho attività di vendita di questi prodotti.

Vuoi un ulteriore consiglio? Sono a disposizione dei miei lettori nei commenti. Ma prima condividi l’articolo. Se sei arrivato fin qui magari l’articolo potrebbe essere utile anche per altri ed è un modo per ripagarmi del tempo che ti dedico. Grazie!

Pin It on Pinterest

Share This