Sound Mixing da Oscar 2016

Il sound mixing del cinema da Oscar, ossia la nomination per il miglior sonoro è una delle categorie tra i premi degli Oscar. Sapremo i risultati solo durante la notte degli Oscar che si terra il 28 febbraio. Sul mio post ho elencato tutte le nomination sonore agli Oscar. Magari la maggior parte distratto dalla piacevolezza dei film e dalla goduria delle musiche si sarà anche chiesto la differenza tra miglior sonoro e miglior montaggio sonoro.

Le categorie sonore sono 4

  1. Miglior colonna sonora
  2. Miglior sonoro
  3. Miglior canzone
  4. Miglior montaggio sonoro.

Dando per scontato cosa sia una colonna sonora e il premio per la miglior canzone, le differenze meno chiare sono tra le due categorie: miglior sonoro e miglior montaggio sonoro. Vediamo di capire di cosa si tratta.

In questo post ci occupiamo del miglior sonoro. Prossimo mercoledì parlerò del miglior montaggio sonoro.

Per molti anni la categoria di miscelazione del suono in america è stato il “Best Sound”, il miglior suono, appunto, il miglior sonoro. In effetti, per capire meglio la natura di questa categoria dovremmo giustamente aggiungere una parola, “best sound mixing” quel mixing che riporta al mixare, al mixaggio che non è altro che la miscelazione dei suoni all’interno di un flusso audio.

Questa categoria premia il design del suono nel suo complesso. I dialoghi sono chiari? Oppure si confondono con la colonna sonora? I suoni diegetici, ossia i suoni interni alla scena e percepiti da noi come dal protagonista e quelli acusmatici non diegetici, come la colonna sonora o tutti i suoni e le voci non percepite dal protagonista ma solo dagli spettatori, si amalgamano in maniera uniforme? In che modo il diaologo si adatta agli effetti sonori? La musica è troppo forte? In genere il miglior film vince anche questa sezione (e sarà per questo che manca Inside Out che secondo me meritava qualche riconoscimento sonoro).

E così abbiamo sia the Martian e il Ponte delle spie. Ma i due veri contendenti pare che siano The Revenant e Mad Max.

Se avete fatto caso al suono in The Renevant, Il redivivo, i sound designers Jon Taylor, Frank A. Montaño, Randy Thom e Chris Duesterdiek fanno uso anche del silenzio. Una bella trovata che da forza al sonoro.

Sound mixing

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *