In questo articolo ti chiedo di iscriverti ad una nuova newsletter. Cosa vorreste che diventasse? Sarebbe davvero interessante costruirla insieme. Abbiamo tempo e sarebbe bello poter condividere qualche idea. Iscrivetevi e nei commenti aggiungete il vostro contributo.

Iscrizione newsletter Mixer

Cosa rispondi ad una richiesta di iscrizione newsletter? Ti iscrivi sulla fiducia? Oppure vorresti sapere di che si tratta? Oppure proprio ormai non ne vuoi più sapere di ricevere mail che riempiono la tua casella postale? O ancora, non hai proprio tempo di leggere tutto quello che ti interessa?

Io questa fiducia l’ho già chiesta alla fine dei miei articoli da qualche giorno. Se ti sei già iscritto ti ringrazio di vero cuore. Se non lo hai ancora fatto, invece, ascolta la mia idea. Arriverai alla fine comodamente e avrai qualche elemento in più per decidere cosa fare.

E se ti viene in mente qualche spunto, basta dirlo.

Una newsletter per parlare

Chi mi segue da più tempo conosce forse già Mixer. Si trattava di un digest sui temi dell’assistenza vocale, intelligenza artificiale e innovazione.

Il format del digest è molto bello ma è anche molto impegnativo per chi lo compone. Ho cercato di capire come riescono a farlo altri professionisti che lo fanno anche quotidianamente.  Mixer era un settimanale. Ogni venerdì raccoglievo gli argomenti principali della settimana e ne facevo la sintesi su brevi blocchetti.

Se però all’inizio era molto divertente, alla lunga non sono riuscito a mantenere il ritmo. Tra l’articolo settimanale e le decine di notizie da filtrare dedicavo intere giornate solo al blog. Per carità, piacevole, ma poco sostenibile. Tanto più che il digest era gratis.

Un appuntamento bimensile

La newsletter, invece, è e sarà un piccolo esperimento. Che avverrà per tutto il 2019.

Chi si iscriverà riceverà sicuramente 6 numeri, l’ultima domenica del mese, a partire da febbraio 2019. 

Quindi, calendario alla mano, il prossimo appuntamento con Mixer sarà il 24 febbraio, poi il 28 aprile e così via, il 30 giugno, il 25 agosto (penso di farcela), il 27 ottobre e  il 29 dicembre.

Quanti link persi…

Tengo a precisare che il bisogno di una newsletter è più mio che dei miei lettori. Non ho avuto richieste specifiche. Questo, però, è il momento di fare qualche richiesta, se ne avete qualcuno.

Perché dunque si tratta di un bisogno mio? Il fatto è che per scrivere un articolo a settimana mi ritrovo a leggere tanti articoli. Dai più interessanti traggo i pezzi, le mie riprese e le mie riflessioni settimanali.

Tanti sono davvero di poco interesse e per questo ve li evito. Ma ce ne sono pure di interessanti, che sfiorano i temi principiali del blog. E che per forza di cose restano fuori dalla condivisione.

Un foglio di collegamento

Ma non si tratterà solo di una enorme elenco di link. Anzi, i link saranno di supporto ai trend che osserverò nel tempo. Mi piacerebbe molto, invece, che questo nuovo spazio diventasse davvero il motivo di una nuova connessione.

Non sarà come sedersi attorno ad un tavolo, però il tentativo lo voglio fare comunque. Ho a lungo parlato delle difficoltà di chi vive in provincia. Chissà che una newsletter, un foglio di collegamento, anche virtuale, non riesca a soddisfare questo mio bisogno.

Se è anche il vostro allora iscrivetevi in fondo alla pagina.

Una newsletter a pagamento?

Pagheresti per un digest? Lo vorresti sui temi del blog? Te ne servirebbe uno per altri argomenti? Parliamone. Io intanto comincio così. Poi si vedrà!

Ci sentiamo presto! Intanto, buon Natale!

Pin It on Pinterest

Share This