Categorie
Assistenza vocale

Interconnessione

Da questa settimana analizzeremo 5 elementi con cui l’assistenza vocale può essere integrata dalle aziende al prodotto e di come, dunque, l’assistenza vocale entrerà nelle nostre case.

Partendo dal fatto che gli assistenti vocali collegano le persone al Brand vediamo insieme alcuni elementi chiave che determineranno il livello di funzionalità che fornirà l’assistente vocale.

Oggi parliamo di Connettività integrata, cloud o ibrida.

In queste settimane…

Connettività integrata, cloud o ibrida.

In base al tuo prodotto (o servizio), al tuo cliente e al tuo “perché”, gli sviluppatori hanno una gamma di opzioni di connettività tra cui scegliere. Se stai cercando di aggiungere funzionalità e accessibilità al prodotto, una soluzione solo incorporata offrirà ai tuoi utenti un’interfaccia a mani libere e la capacità di eseguire funzioni specifiche, come fare il caffè, aprire le persiane e impostare la temperatura, senza bisogno di navigare tra manopole e pulsanti.

Connessione cloud

Quando l’obiettivo del prodotto è fornire accesso a informazioni e intrattenimento e le funzioni di comando o controllo non sono un requisito, la connettività solo cloud è la soluzione giusta. Gli smart speaker sono un buon esempio di dispositivi domotici solo cloud.

Quando l’accesso a entrambe le funzioni del prodotto e al cloud offrono le migliori esperienze utente, le soluzioni di connettività ibrida offrono una reattività migliore.

I vantaggi delle funzioni di comando e controllo e l’accesso al cloud, danno alle perosone la possibilità di controllare e inviare comandi al proprio assistente vocale che prepara il caffè o magari riordinare le proprie ricariche del caffè dallo stesso dispositivo.

Apple car e Auto Android

Esempi di dispositivi ibridi, in uso, sono le auto e i televisori abilitati ai comandi vocali. Con le auto abilitate alla voce, gli utenti possono controllare funzioni integrate specifiche come, per esempio, cambiare la temperatura del climatizzatore, aumentare il volume della musica o accendere i riscalda sedili. Grazie alla connettività cloud, si può accedere al navigatore, alla musica, si può ordinare un delivery food, si può controllare la propria casa intelligente, e dunque luci e termostati. Il tutto, a mani libere, mentre si guida e si tengono gli occhi fissi sulla strada.

Questi servizi in auto stanno diventando sempre più popolari come già è possibile vedere da alcune ricerche di Statista. Questa ricerca prevede che entro il 2023 il 70% dei veicoli sarà connesso a Internet, mentre Forbes riporta che, già adesso, 129,7 milioni di persone utilizzano la tecnologia con intelligenza artificiale vocale nelle loro auto.

Queste statistiche supportano l’ipotesi che i consumatori stiano preferendo esperienze di guida interattive, accessibili, in modo da rimanere connessi con il mondo.

Insomma, anche se qualcuno non vuole ancora crederci, le auto connesse del futuro saranno un anello della catena che legherà la casa all’auto al lavoro e ad altre opzioni.

Televisori a comando vocale

I televisori abilitati alla voce con funzionalità di connettività ibrida migliorano l’esperienza dell’utente fornendo interazioni intelligenti e intuitive. Tramite un telecomando o un’applicazione mobile abilitata alla voce, (una skill o un’action) gli utenti possono accedere rapidamente e comodamente alle loro piattaforme di streaming preferite, sempre tramite il cloud, e utilizzare le funzioni integrate per regolare volume, cambio canale e una serie di altri comandi.

Hub Entertainment Research ricorda che il 52% di tutti i televisori, oggi, sono televisori intelligenti, rispetto al 45% del 2020, dimostrando che i televisori più vecchi e non intelligenti vengono rapidamente sostituiti da nuovi televisori che si possono connettere ad Internet.

Assistenza vocale in hotel

Uno dei settori che già si affaccia al mondo della tecnologia e che potrebbe usufruire delle nuove opportunità offerte dalla domotica è il settore turistico alberghiero, ricettivo.

Oltre a fornire servizi di intrattenimento personalizzati, gli hotel possono sfruttare le TV abilitate alla voce per fungere da hub domotiche nelle stanze.

Le stanze possono fungere da controller principale di aria condizionata, tende, illuminazione e altre tecnologie domotiche. Gli ospiti dell’hotel possono anche effettuare ordini per il servizio in camera, fare richieste alle pulizie, prenotare il loro prossimo soggiorno e fare il check-out, tutto parlando all’assistente vocale.

Che si tratti di un hotel o di una casa, i televisori ad attivazione vocale migliorano l’esperienza delle persone e aprono le porte a nuove opportunità di commercio, tra cui il delivery food, la prenotazione di viaggi e altre possibilità di acquisto.

SOSTIENI IL BLOG con una condivisione. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *